La città che non c’era, di Fabrizio Pedone

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 27/11/2019
17:00 - 18:30

Categorie


Presentazione del libro di Fabrizio Pedone
La città che non c’era. Lo sviluppo urbano di Palermo nel secondo dopoguerra

ne discutono con l’autore:
Dario Carnevale, editore;
Enzo Guarrasi, docente di Geografia, Scuola di Scienze Umane e del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi di Palermo;
Lidia Piccioni, docente di Storia Contemporanea, dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo, Sapienza Università di Roma.

Mercoledì 27 novembre, ore 17.00
Istituto Gramsci Siciliano
Cantieri culturali alla Zisa | via Paolo Gili 4, Palermo
____________

Il libro:
Tra il 1943 e il 1971 l’area urbanizzata di Palermo si amplia da 600 a 5.000 ettari. È il cosiddetto “sacco di Palermo”, un’espansione edilizia incontrollata, che porta il capoluogo siciliano ad essere la città italiana con più vani inabitati in relazione a quelli edificati, mentre nei «catoi» del suo centro storico migliaia di persone rimangono relegate ad una vita di stenti. Una storia diventata un topos nel racconto della città, con i suoi momenti di climax, rappresentati dalla distruzione delle ville della Palermo del Liberty.
Il lavoro di ricerca dell’autore porta a un racconto a più voci che, pur senza sminuire le gravi responsabilità della politica e il pesante intervento di Cosa Nostra nella sistematica cementificazione dei giardini della Conca d’Oro, inserisce questa vicenda nel suo contesto storico, quello di una generale e corale corsa verso la modernità, che passa, qui come altrove in Italia, dalla separazione fisica dei ceti, che da verticale si fa orizzontale, creando zone che siano prova e certificazione dello status sociale acquisito o conquistato. Una storia che, depurata dal rimpianto per ciò che è stato perso e dalla facile individuazione di pochi responsabili, determina ancora l’identità contemporanea della città.

L’autore:
Fabrizio Pedone (Palermo, 1983), nel 2018 ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia contemporanea alla Sapienza Università di Roma. Ha pubblicato articoli sul tema della Storia urbana e sociale della città di Palermo in «InTrasformazione, Rivista di Storia delle Idee», «Dimensioni e problemi della ricerca storica», «Italia contemporanea», «I quaderni del cepes», «Semestrale di studi e ricerche di geografia». Suoi contributi sono inseriti anche in “Percepire la città tra descrizioni e omissioni, a cura di Salvatore Adorno”, Giovanni Cristina e Arianna Rotondo (Scrimm, Catania, 2014) e in “Raccontare, leggere e immaginare la città contemporanea / Raconter, lire et imaginer la ville contemporaine”, a cura di Angelo Bertoni e Lidia Piccioni (Olschki, Firenze, 2018). È cofondatore e vicepresidente di Odd Agency.
____________

Per prenotare l’acquisto del libro con spedizione gratuita, clicca qui: https://www.gipesrl.net/shop/collane/passaggi-di-tempo/la-citta-che-non-cera-lo-sviluppo-urbano-di-palermo-nel-secondo-dopoguerra-di-fabrizio-pedone/

Gli altri consigli di oggi:

  • Non ci sono eventi in questa categoria