LOmB (CT) live al PunkFunk

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 28/02/2020
22:30 - 23:50

Luogo
PunkFunk record shop music bar

Categorie


Venerdì 28 Febbraio avremo il piacere di ospitare il live in trio di LOmB (noir alt-folk/post-punk da Catania).
LOmB è il progetto di Giuseppe Lombardo, songwriter catanese, già membro delle cult-bands Baffos e Zuma.
Formazione:
Giuseppe Lombardo – voce/chitarra
Walter Caraci – contrabasso
Santo Trombetta – chitarra elettrica/tastiere
Vi aspettiamo il 28 per un concerto intenso, nero e profondo, come ogni venerdì live al PunkFunk!

LOmB è lo pseudonimo di Giuseppe Lombardo, catanese classe 1971. Lo stile di Lomb è intenso e sporco: Tom Waits, Leonard Cohen, ma anche il Paisley Underground, l’alt.folk americano dei Willard Grant Consipracy e il post-punk australiano degli anni 80 e primi 90. Il bisogno è quello di raccontare (e guarire?) o comunque trasformare in materia creativa ferite mai rimarginate. Cuts, (si legge cazz…), il suo primo lavoro da solista è appunto una raccolta musicale di tagli, su cui la musica brucia come whiskey.
Del resto il nome di Lombardo a molti non sarà nuovo, da sempre legato alla scena avant-garde siciliana e a nomi come Uzeda e Cesare Basile. La sua prima band, Gothic Angels (new wave), affrontò un mini tour ungherese già nel lontano 1991. Le pubblicazioni ufficiali rimangono solamente due, come Nerves’ Korüt e si trovano nelle compilation Lapilli, (Cooperativa Prospettive indigene, 1995) con il brano “Taste of money” prodotto da Don Zientara (Fugazi) e 095 Codice interattivo vol. 2 (Crossover Production ‎– 1992) con “Nonsense” prodotto da Tony Carbone (Denovo). Con i Plank, Giuseppe, debutta anche alla voce e incide un mini LP omonimo (Indigena Records, 1998) con la produzione artistica di Agostino Tilotta (Uzeda). Successivamente allo scioglimento dei Plank forma la band Baffos, le cui registrazioni in studio (prodotte da Cesare Basile e Marcello Caudullo) non vengono mai distribuite ufficialmente: le copie vengono vendute solo durante l’intensa attività live del gruppo che si pregia di aver aperto le date di Sonic Youth, Wire, Old Time Relijun, Melt Banana. Parallelamente suona con il progetto “free punk harcore” Ute Puta, che vede il suo apice con l’apertura del concerto dei No Means No. L’attività con gli Zuma invece è documentata con “Less is more” LP pubblicato con la Viceversa Records nel dicembre 2013. Le registrazioni del secondo album prodotto da Cesare Basile rimangono congelate in un cassetto la cui riapertura è un punto interrogativo. Per Giuseppe, che al di fuori della musica, si mantiene con la sua attività di graphic designer e fotografo, suonare è un’esigenza, unmodo spontaneo per mettere in relazione il mondo esterno con il proprio universo interiore.
L’ #album di esordio “Cuts” per la @Seahorserecordings contiene 8 brani inediti e una #cover di #FiveYears di #DavidBowie
Sul palco Lomb si presenta in trio, con l’apporto di Walter Caraci (già con Giuseppe nei Baffos) al contrabbasso e di Santo Trombetta, che arricchisce magistralmente i brani con chitarra elettrica e tastiere.
Il primo video estratto da Cuts, I don’t wanna call you, è stato realizzato da @SebastianoPavia

Il secondo video, Princess, è stato realizzato dallo stesso autore e lanciato dal magazine greco Last Day Deaf: https://www.youtube.com/watch?v=_otYdykmU5c

Gli altri consigli di oggi:

  • Non ci sono eventi in questa categoria