Music Market

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 31/01/2020
11:00 - 14:00

Luogo
Capo Market Palermo

Categorie


Venerdì mattina tra i suoni e gli odori del mercato una selezione musicale in vinile e le note degli amici di Sea Bemolle

Auguriamogli buon vento per la loro prossima avventura!

🍋🥕🍆🥦🌶🍊

Sea Bemolle è un progetto musical marinaresco. ⛵️🎷
Suona e naviga grazie al vento e i suoi strumenti: una barca a vela prima di tutto, e poi un sassofono, un trombone, un flauto, una fisarmonica e una chitarra (qualcosa deve pur galleggiare).

“Sinfonia per strumenti a vento allegro con moto ondoso”

Sea Bemolle naviga per il Mediterraneo. A bordo di Nuages – un Nelson 38 del 1985 su stampi dell’elegante Alpa 11.50, cinque musicisti marinai (maricisti musinai) fan rotta sui grandi palchi e si tuffano nelle jamm: in cambusa la saudade del choro brasiliano, nei gavoni le sonorità nomadi gipsy manouche e del balkan. A poppa il balanço di Capoverde e il rollio d’anche del forrò; a prua molto improvviso.
Tra barometro e metronomo, tra tango e tangone, la vela Maestra dirige l’orchestra. Tra mazurca e trinchetta, tamburi e tambucci, si balla sui bagli al gran lasco. Tutto con l’umile scopo di far star a galla la barca.

Musinai e Maricisti:
Un maestro galantuomo, un circense d’acqua dolce, un surfista italo-californiano, un clown altissimo e un’acrobata del timone mischiano i loro repertori galleggiando per il mediterraneo, traghettandosi a bordo di un veliero

Carlo Coppadoro – sax alto, tromba già musico di NemaProblema!* Orkestar, negli ultimi anni nomade col collettivo CircoPaniko*
Alberto Becucci – fisarmonica già musico di Camillocromo e Forro Mior, ha dimora tra Lisbona e Barcellona e conduce il progetto Ayom*
Sebastian Trevisan – chitarra, flauto giovane jazzista e compositore ha studiato alla Berkeley in California, ora nella famiglia del CircoPaniko
Luca Tapino – trombone residente a Barcellona, ha lavorato per l’Europa con BrunetteBross* Circus
Eli Manni – spinnaker skipper su class 40 e mini 6.50, già acrobata aerea, arrampicatrice spericolata, vive tra mare e il Chianti.

La Rotta
Si salpa da Palermo i primi di Febbraio. La meta è Lampedusa. L’ispirazione è poetica, geniale e rivoluzionaria: essere parte del popolo dei Champion s. L’Ambasciatore della Repubblica Autonoma e Volontaria dei Champions pedala dal centro della Francia a Lampedusaa bordo di un riscio elettrico autocostruito che traina un carrozzone, percorrendo la rotta della migrazione “contro senso”, e preparando il gelato (con i piedi), simbolo di resistenza in epoca di riscaldamento globale.

“je rêve d’un monde plus beau, plus fou, plus n’importe quoi mais un monde rempli de champions”

Gli altri consigli di oggi:

1 2