Silvia Lo Re “Volontà disobbedienti” – CaMus Cult

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 24/02/2020
18:30 - 20:00

Luogo
CaMus

Categorie


🗓Lunedì 24 febbraio 2020, ore 18.30
📍 CaMus – Palermo, Via Patania, 16
💰L’evento è gratuito e l’organizzazione offrirà un piccolo rinfresco di benvenuto con vino e un buffet di finger foods. E’ richiesta la prenotazione del tavolo:
📩 Inviando un messaggio alla pagina del CaMus
📞 333 3155173 (whatsapp)
——————————
Le volontà disobbedienti in H. von Kleist, è titolo e insieme significante di questo saggio di Silvia Lo Re che da uno spunto tratto dalla letteratura tedesca, concentra l’attenzione su «un’analisi
accurata dei protagonisti di tre opere dello scrittore tedesco Heinrich von Kleist: il dramma Das Käthchen von Heilbronn e i racconti Die Marquise von O… e Michael Kohlhaas». Leggiamo qui uno studio infuocato da una sensibilità giovanile, quella dell’autrice, che percorrere sì la cultura tedesca dell’Ottocento ma senza alienarsi dalla nostra epoca, per acutezza di riflessioni e attualità di contenuti emozionali.
Non sono poi così distanti dalla nostra contemporanea visione del mondo, come leggiamo nelle pagine dell’autrice, le idee e le apparenti antinomie di von Kleist che, tormentato da un profondo
e radicato senso di inadeguatezza verso l’aristocrazia prussiana, si voterà al suicidio: “volontà a disobbedire”, forse alla vita stessa, o conquista di un altrove più intimo ed eternamente limpido?
——————————–
L’autrice
Silvia Lo Re nasce il 10 luglio 1993 a Palermo, dove intraprende gli studi classici presso il liceo Umberto I; la predilezione per la letteratura e la filosofia emergono sin dall’adolescenza, periodo in cui inizia a coltivare l’interesse per l’arte e i viaggi. Dopo aver trascorso il primo anno universitario nella facoltà di giurisprudenza a Bologna, l’autrice si iscrive al corso di laurea in Lingue e Letterature moderne nella sua città, dedicandosi all’approfondimento delle lingue inglese e tedesco e della scrittura. La stesura della tesi
di laurea triennale, sulle opere dell’autore tedesco Heinrich von Kleist, la conduce alla creazione di questo primo scritto, nato da diverse suggestioni intellettuali su un tema a lei particolarmente caro: il rapporto tra l’individuo e le convenzioni sociali, l’etica soggettiva e l’autorità.

Gli altri consigli di oggi:

  • Non ci sono eventi in questa categoria