Un calcio al razzismo da Modusvivendi

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 26/02/2020
18:30 - 20:00

Luogo
Libreria Modusvivendi

Categorie


Questo libro edito da Giuntina è una lezione per tutti. Ne parliamo con uno degli autori, Massimiliano Castellani, insieme a Roberto Crinò.

Il calcio, il gioco più bello del mondo, subisce sempre più l’insidioso veleno del razzismo. Una minaccia che ha origine nei drammi che hanno attraversato la società europea nel secolo scorso e che ancora pulsa nel ricordo di quelle ferite. C’è infatti un filo che collega i maestri danubiani della Serie A epurati dal regime fascista in quanto ebrei agli ignobili attacchi contro campioni di oggi come Koulibaly e Lukaku.

È quello che cerca di spiegare questo libro, in un percorso con diversi inediti, che spazia da Giorgio Bassani alle colte citazioni di Lilian Thuram, dal ruolo salvifico di questo sport per i reduci dai lager all’abominio di chi oggi propaga odio nelle curve. Fu una schedina, quella mitica del Totocalcio, il sogno di riscatto del giornalista Massimo Della Pergola quando si trovava ancora in un campo di internamento in Svizzera. E fu un pallone che rotolava nel segno di una “Stella Azzurra” a ridare ad Alberto Mieli, sopravvissuto ad Auschwitz, la forza di restare in vita.

Memorie un po’ sbiadite, che hanno invece molto da insegnarci. C’è un gioco da salvare. E la cura potrà essere solo una buona dose di consapevolezza.

Massimiliano Castellani, giornalista professionista, è nato nel 1969 a Spoleto. Lavora al quotidiano Avvenire e nell’inserto Agorà, di cui è responsabile. Tra i suoi libri Palla avvelenata. Morti misteriose, doping e sospetti nel calcio italiano e Il Morbo del Pallone. Gehrig e le sue vittime

Vini offerti da Tasca d’Almerita, sponsor di cultura.
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere – Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca

Gli altri consigli di oggi:

  • Non ci sono eventi in questa categoria